Stiamo sviluppando uno strumento unico per la gestione e la creazione di schede dati di sicurezza. Cogli l’occasione di provare senza impegno SBLCore, scaricando la versione di prova gratuita di 30 giorni.

Generatore UFI

Inserire la P.IVA

Numero di formulazione

Genera il tuo UFI

Vuoi generare UFI con il tuo software? Codice sorgente del generatore UFI: C# UFI Generator

Icon support

Codice UFI

Un UFI o identificatore univoco della composizione è un codice alfanumerico composto da 16 caratteri. L'obiettivo dell'UFI è quello di semplificare l'identificazione della miscela quando si effettua una chiamata di emergenza ai centri antiveleni.

Di più
Icon manual

Creazione di un codice UFI

Per creare un identificatore UFI sono necessari la P.IVA dell'azienda e il codice numerico della composizione. Una volta inserite queste informazioni viene generato il codice richiesto della miscela UFI.

Di più
Icon time

Utilizzo di SBLCore

Con l'aiuto del software SBLCore, è possibile creare automaticamente il codice UFI desiderato e generare un file per la segnalazione al sistema PCN con un semplice click.

Di più

Cos'è un codice UFI ed a cosa serve

In conforma al regolamento (UE) 2017/542 della Commissione che modifica il regolamento (CE) n. 1272/2008 del Parlamento europeo e del Consiglio, è introdotto un nuovo elemento dell'etichettatura dei prodotti. Si tratta di un codice alfanumerico, il cosiddetto codice UFI (Unique Formula Identifier). L'identificatore di composizione uniforme è composto da 16 caratteri. L'obiettivo dell'UFI è semplificare l'identificazione del prodotto quando si effettua una chiamata di emergenza ai centri antiveleni e stabilire un chiaro legame tra le informazioni fornite ai centri antiveleni ed il prodotto (miscela) immesso sul mercato. Dal 2021, verra utilizzato il portale PCN (Poison centres notification) per fornire informazioni.

Icon organization

Chi è tenuto ad inviare una notifica?

L'obbligo di contrassegnare il prodotto con un codice UFI e di segnalarlo al portale PCN incombe principalmente agli importatori ed agli utilizzatori a valle.

  • Importi prodotti da paesi al di fuori della Comunità Europea?
  • Sei un'azienda che diluisce il prodotto originale e lancia una nuova miscela con il suo nome?
  • Mescolate miscele da altre miscele o interferirete in qualche modo con la composizione o l'etichetta del prodotto?

In questo caso, ti occupi della generazione di UFI e successivamente anche della segnalazione di informazioni all'interno della notifica ai centri antiveleni. Inoltre, le aziende che acquistano miscele già pronte,per le quali successivamente cambiano nome, devono segnalare il prodotto con il nuovo nome con l'UFI originale della miscela acquistata. Al contrario, i distributori che si limitano a rivendere i prodotti e non interferiscono in alcun modo con la composizione o l'etichetta del prodotto sono esenti dai nuovi obblighi.

Cosa è necessario per creare un UFI

Per creare un UFI, è necessario il numero di partita IVA dell'azienda e la designazione numerica del prodotto, il cosiddetto codice numerico della composizione. Il codice numerico di composizione può essere qualsiasi numero da 0 a circa 268 mil. Le aziende devono scegliere una forma sostenibile di numerazione dei prodotti in modo da evitare confusione e duplicazione dei codici. È possibile utilizzare sia il sistema esistente di codici prodotto che hai implementato nella tua azienda, sia, ad esempio, codici ricetta o gruppi di prodotti o parte del codice EAN.

Icon todo
UFI e il nuovo sistema di notifica

Utilizzo del software SBLCore

Per semplificare il lavoro all'interno di queste nuove mansioni acquisite, il software SBLCore può generare il codice UFI richiesto dopo aver inserito le informazioni necessarie (partita IVA aziendale e codice numerico di composizione). Inoltre, è possibile creare un formato PCN basato sui dati forniti nella scheda dati di sicurezza per la comunicazione al nuovo portale ECHA. Per garantire l'unicità del codice ed il rispetto dei codici di altre società, viene utilizzato il numero di partita IVA della società. Allo stesso tempo, le aziende non devono preoccuparsi di decodificare le informazioni sulla composizione delle miscele segnalate, queste informazioni vengono fornite solo ai centri antiveleni per garantire assistenza urgente in situazioni acute. Allo stesso modo, il software contiene un controllo integrato delle informazioni obbligatorie richieste dal portale PCN. Con l'aiuto delle convalide, avvisa l'utente di eventuali errori o informazioni mancanti necessarie per la corretta notifica della miscela.

Aspetto ed introduzione al codice UFI

Quale aspetto ha lo stesso UFI e come viene mostrato? Univoca è l'abbreviazione "UFI", che è immutabile in tutte le lingue dell'Unione Europea e che precede lo stesso codice. L'UFI deve anche essere indicato sull'etichetta. Si distinguono due opzioni di registrazione:

UFI: U910-D0V9-D00J-R9D3
UFI: U910-D0V9
D00J-R9D3

Dall'inizio del 2025, questo codice dovrà essere obbligatorio sulle etichette di tutti i prodotti classificati come pericolosi per la salute umana o sulla base di effetti fisici. Si completa anche insieme ad altre informazioni della scheda dati di sicurezza come parte della notifica al sistema PCN sotto forma di un fascicolo PCN. Nel caso di prodotti che non sono classificati come pericolosi o sono classificati solo come pericoli ambientali, il codice UFI e successiva segnalazione non saranno richieste. Tuttavia, si raccomanda di utilizzare il codice e la notifica di follow-up per facilitare l'eventuale comunicazione tra il centro antiveleni e numero di emergenza.

Icon tag
Icon study

Informazioni di notifica richieste

La notifica ha esteso le informazioni richieste rispetto al sistema attuale. Ad esempio, è nuovamente richiesta una composizione chimica completa, ovvero ingredienti classificati come pericolosi e non pericolosi, tipo e dimensioni dell'imballaggio, categoria di prodotto secondo il sistema europeo armonizzato di categorizzazione dei prodotti (EuPCS),sono standard ancora le informazioni sui pericoli, gli elementi di etichettatura, le informazioni tossicologiche e le informazioni sulle proprietà fisico-chimiche.

Obbligo di notifica e momento dal quale si applica

La data di notifica varia a seconda dell'utilizzo del prodotto. In caso di uso consumer e professionale, tale data è fissata al 1° gennaio 2021 (Regolamento (UE) 2020/11 della Commissione) e per le miscele destinate esclusivamente ad uso industriale dal 1 Gennaio 2024 (Regolamento della Commissione (UE) 2017/542). Per i prodotti che sono già stati notificati ai sensi della legislazione nazionale e non sono stati modificati durante questo periodo, le relative notifiche rimangono valide fino al 1 gennaio 2025. Dopo il 1° gennaio 2025, tutte le miscele sul mercato devono essere notificate in conformità ai requisiti dell'allegato VIII del regolamento (UE) 2017/542 della Commissione e del regolamento delegato (UE) 2020/11 della Commissione.

Icon date-to

Come procedere per adempiere agli obblighi di cui all'allegato VIII:

1
Ideare un sistema di miscele di numerazione in modo che ogni miscela abbia un numero unico nell'intervallo richiesto (cioè da 0 a 268 435 455).

Il sistema di numerazione è facoltativo, ad esempio il sistema di codifica aziendale esistente, i codici della ricetta, parte del codice EAN, ed è possibile creare anche un UFI per un gruppo di prodotti con la stessa composizione, ma è necessario scegliere una forma sostenibile di numerazione e garantire che i numeri di composizione non vengano ripetuti tra le miscele.

La sostenibilità della numerazione dei prodotti sarà assicurata per te dal software SBLCore, quando lo usi troverai sempre il numero di composizione del prodotto.
2
Dopo aver selezionato i codici numerici di composizione, creare un UFI per ogni prodotto utilizzando SBLCore oppure generatore web UFI.








Contemporaneamente alla generazione del codice, è possibile determinare la Categoria di Prodotto (il cosiddetto EuPCS, che si basa sul Sistema Europeo di Categorizzazione dei Prodotti).





3
Registrarsi sul sito web dell'ECHA e creare un fascicolo con aiuto della applicazione software PCN, che deve quindi essere caricato sul portale dell'ECHA.









Check


Come funziona SBLCore

 

in un video breve vi presentiamo

  • database delle sostanze pericolose fornita con software
  • creazione della nuova scheda di dati di sicurezza
  • utilizzo della classificazione automatica
  • completamento delle frasi automatiche
  • visualizzazione ed esportazione della scheda di dati di sicurezza
  • creazione dell´etichetta e del foglio
  • creazione della mutazione linguistica della scheda di dati di sicurezza
Come funziona SBLCore
 

Primi passi nel SBLCore
Primi passi nel SBLCore

Rubrica
Rubrica

Fare il backup
Fare il backup

Sostanza nuova
Sostanza nuova

Scheda di dati di sicurezza nuova veloce
Scheda di dati di sicurezza nuova veloce

Traduzione
Traduzione

Frase
Frase

Etichette
Etichette

Scheda di dati di sicurezza completa
Scheda di dati di sicurezza completa

Detergenti
Detergenti

Bilancio di classificazione
Bilancio di classificazione

Calcolo di classificazione
Calcolo di classificazione

Database sostanze
Database sostanze

Consiglii e trucchi
Consiglii e trucchi

UFI e il nuovo sistema di notifica
UFI e il nuovo sistema di notifica